Festival 2017 / Felice Varesi, la voce di Macbeth

FELICE VARESI, LA VOCE DI MACBETH

Teatro della Grancia

Sabato 26 agosto 2017, ore 19.00

 

Baritono Nicola Alaimo

Soprano Chiara Mogini

Pianoforte Gianni Fabbrini

 

 

Giuseppe Verdi

Macbeth
"Nel dì della vittoria... Vieni, t'affretta... Or tutti sorgete"

Macbeth
"Perfidi! All'anglo contro me v'unite!... Pietà, rispetto, onore"

Rigoletto
"Pari siamo"

Il corsaro
"Egli non riede ancor... Non so le tetre immagini"

Rigoletto
"Cortigiani, vil razza dannata"

La traviata
"Madamigella Valery? Son io!"

La traviata
"Di Provenza il mare, il suol"

Otello

"Ave Maria"

Il trovatore
"Udiste?... Mira, di acerbe lagrime"

 

 

Sarebbero sufficienti le parti di Macbeth e Rigoletto, composte per lui, a far entrare Felice Varesi nell’Olimpo dei massimi interpreti verdiani. Il baritono di origine francese (era nato a Calais nel 1813, lo stesso anno di Verdi) ne fece i suoi maggiori cavalli di battaglia, immedesimandosi completamente nelle parti per voce, gesto, fisico e posture, adatti - come ha osservato Giancarlo Landini - “a dare completa incarnazione a personaggi fuori dagli schemi”. A questa categoria non apparteneva Giorgio Gérmont, altra parte scritta per lui, che difatti non gli riuscì benissimo. Ciononostante Varesi resta uno dei più straordinari esempi di cantante-attore dell’Ottocento, sulle cui doti vocali e sceniche Verdi plasmò due personaggi di statura gigantesca.
Protagonista dell’omaggio del Festival a Felice Varesi non poteva che essere  il baritono Nicola Alaimo, uno dei più sensibili e attendibili interpreti odierni della “parola scenica” verdiana, Premio Abbiati della critica musicale italiana come miglior cantante nel 2016. Accanto a lui il soprano umbro Chiara Mogini, vincitrice del I Premio del Concorso “Adriano Belli” di Spoleto 2015 e Accademica del Maggio Musicale Fiorentino. Al pianoforte ancora una volta Gianni Fabbrini, alla sua quarta presenza a Solo Belcanto.